Article
0 comment

L’Analisi del Piede

Nel mio ultimo articolo abbiamo parlato della differenza tra ciò che è importante – e richiede tempo e calma – e ciò che percepiamo come urgente – e ci porta a correre senza prendere tempo per riflettere.

Un modo per prenderci del tempo per riflettere su noi stessi è quello di notare come “funzioniamo” nella nostra vita quotidiana. Posso essere calma o, in caso contrario, cosa mi disturba? Posso lasciar andare o, in caso contrario, cosa mi impedisce di farlo?

Nel mio lavoro, ma anche nella mia vita privata, osservo costantemente che quando una reazione è difficile da cambiare e ci troviamo bloccati nello stesso tipo di situazioni che si ripetono con persone diverse in situazioni diverse, abbiamo a che fare con uno schema automatico.
Come esseri umani tendiamo a produrre degli schemi di comportamento automatico di cui non siamo consapevoli. Reagiamo sempre nello stesso modo, quello che abbiamo imparato in passato, senza renderci conto che a volte non è adeguato al momento presente.

Questo si riflette nel modo in cui camminiamo e stiamo in piedi, nel modo in cui ci muoviamo e agiamo. E tutto questo influenza la pelle e la forma dei nostri piedi.
Se vuoi diventare più consapevole del tuoi schemi ed essere in grado di diventare più calmo, l’analisi del piede può fare al caso tuo.

Durante l’analisi del piede, i segni nei piedi, come la pelle dura e morbida, la consistenza e le linee, la forma e i colori, danno indicazioni su come si produce uno schema automatico a livello fisico, ma anche emozionale e razionale.

L’analisi del piede è spesso l’inizio di un processo di lavoro corporale, che ha lo scopo di accompagnarti e sostenerti nel cambiamento di uno schema. Ma può anche essere un momento di riflessione per aumentare la tua consapevolezza e diventare meno automatico nel modo di rispondere alle situazioni della vita.
Offro analisi gratuite del piede una volta al mese e la prossima avrà luogo questo sabato 27 aprile.
Contattatami se hai altre domande.

Disegno preso dal mio video

Lascia un commento

Required fields are marked *.