Article
0 comment

La nostra pelle et le stress

sensory receptorsPer continuare il soggetto cominciato nel mio precedente articolo, “il tocco, il nostro senso più antico“, mi concentrerò oggi sul perché il tocco è così benefico e sano per noi.
Le domande alle quali desidero dare una risposta, se pur parziale sono:

– Perché il tocco ha un impatto sulla riduzione del nostro livello di stress
– Perché il tocco aumenta il nostro senso di benessere.

Cominciamo con l’importanza del tocco, dicendo che dopo la seconda guerra mondiale molti studi sono stati condotti sugli effetti della privazione del tocco in bambini che vivevano in orfanotrofi. A quel tempo, si credeva che le condizioni di base che permettono ad un bambino di crescere si limitavano ad avere abbastanza cibo e un tetto sulla testa. Gli scienziati hanno dimostrato che il tocco è essenziale per il nostro sviluppo. I bambini che ne sono privati non si sviluppano bene, sono più facilmente malati e soccombono più spesso a tali malattie.

Il tocco “stimola il sistema nervoso centrale, favorendo la secrezione di oppioidi endogeni (endorfine e composti correlati che ci fanno sentire bene). Il risultato é una sensazione di piacere e di sollievo [in caso di dolore] *, con riduzione misurabile dei livelli di ansia e di stress e il rafforzamento del sistema immunitario, il cui funzionamento è inibito da elevati livelli di stress ” °. (Ref 1)

Oggigiorno, l’esperienza di essere toccati può essere rara. Viviamo in una società che non è orientata verso il tocco ma più del tipo avversa al tocco. Diventa così molto importante prestare attenzione alla nostra pelle, e massimizzare l’esperienza del tocco con un alto livello di consapevolezza di ciò che accade nel momento presente.

La pelle contiene una vasta rete di nervi coinvolti nel mantenimento e nella protezione dell’ambiente interno. Ciò significa che il corpo si adegua continuamente a ciò che ci circonda, modificando le sue funzioni di base: respirazione, digestione, circolazione. Ciò che la nostra pelle percepisce partecipa quindi alla reazione di stress. E ci racconta in che maniera reagiamo al nostro stress.

– Abbiamo le reazioni prodotte all’interno del corpo e visibile all’esterno (ad esempio, problemi della pelle)
– le reazioni che implicano azioni che facciamo su di noi (ad esempio mordersi le unghie o le labbra)
– le reazioni al tocco da parte di altre persone (ad esempio sensazione di tensione oppure percepire come doloroso un tocco leggero o medio).

Leggete questo paragrafo e notate se risuona dentro di voi:
“I bambini che crescono in questa cultura [avversa al tocco] * si adattano imparando ad esprimere le proprie emozioni attraverso le parole e le espressioni facciali, piuttosto che con il tocco. Ma tale adattamento ha un costo, ed i bambini più grandi e gli adulti soffrono di disagio nel dimostrare affetto fisico e inettitudine nel corpo nei rapporti con gli altri in generale. Dal punto di vista della primatologia comparativa, culture che sono avverse al tocco sono un’anomalia, e gli attacchi di depressione, ansia, e forme più gravi di patologia sociale tra gli individui che vivono in esse sono del tutto prevedibile ” °. (Ref 2)

Appare evidente che un modo efficace per affrontare lo stress o l’ansia è di concentrarsi di più sul nostro essere fisici, sul nostro corpo, per viverlo non solo come uno strumento, ma come una parte fondamentale di noi stessi.

La prossima volta che vai per un massaggio, in palestra, ti siedi fuori a goderti il sole o fai una passeggiata nel bosco, prenditi qualche respiro profondo:

– Lascia che l’effetto della tua attività penetri all’interno di te.
– Presta attenzione al processo di rilassamento del corpo e della mente. Incoraggialo lasciando andare gli sforzi supplementari che puoi notare nei muscoli.
– Lascia le sensazioni che emergono nel momento essere presenti.
– Datti il tempo di digerire ciò che deve essere digerito o per rigenerarti durante questo processo. Può prendere solo 5 minuti!

Non esitate a contattarmi se vuoi del sostegno per creare più di queste sensazioni nella tua vita quotidiana!

Sarò felice di aiutarti!

° Traduzione dell’autore
* Aggiunta dall’autore
Ref 1: pelle una storia naturale, Nina G. Jablonski, University of California Press, p 111
Ref 2: pelle una storia naturale, Nina G. Jablonski, University of California Press, p 110
Immagine

Lascia un commento

Required fields are marked *.