Article
0 comment

Un’esperienza bellissima

“… E così è capitato che ho incontrato Michelle… Quando le ho chiesto di che cosa si occupasse e lei mi ha risposto “lavoro cono il respiro”, qualcosa nel mio addome si è rilassato e ho sentito una voce che diceva “finalmente ho trovato qualcuno che mi insegnerà a capire e percepire realmente dove si colloca il mio respiro nei vari momenti della giornata, soprattutto nei momenti in cui le emozioni si muovono all’interno del mio corpo, prendono il sopravvento e impediscono così il libero flusso del respiro”.
E’ stata un’esperienza bellissima!
Mi ha fatta arrabbiare Michelle e tanto anche……ma finalmente non più con me stessa. E mi ha fatto anche paura e tanta, quando immediatamente mi ha letta dentro. Mi ha terrorizzata e mi ci è voluto tutto il mio coraggio, la mia ostinazione e la mia fiducia per tornare da lei e tornare ancora ed ancora ed ogni volta con una me sempre più consapevole. Grazie Michelle per essere arrivata nella mia vita nel momento in cui avevo proprio bisogno di aiuto!” Monica, Educatrice per l’infanzia

Article
0 comment

Cambiare in positivo

“Le sedute con Michelle mi hanno aiutata molto a cambiare in positivo la prospettiva e la mia visione delle cose. Perseguire una stabilità emotiva è sempre una sfida, ma grazie all’impulso di Michelle ho potuto evolvere nella direzione giusta. Questa esperienza mi ha aiutata molto a orientarmi e capire cosa voglio e cosa mi fa bene. Sono molto grata a Michelle per la sua dedizione, l’energia e l’entusiasmo contagioso per la vita.” AS, Project Manager.

Article
0 comment

L’importanza fondamentale della scelta

“Michelle ha mostrato la precisione di un chirurgo nel porre le domande chiave che mi hanno aiutato a prendere coscienza fisicamente di schemi molto preoccupanti, in particolare riguardanti una rabbia repressa e un malumore resiliente. Non avevo mai capito perché questi sono stati dei costanti compagni di vita fino a quando ne ho parlato con Michelle! In 4 sedute, lei mi ha aiutato a far emergere e identificare questi comportamenti inconsci e mi ha incoraggiato a tornare a casa e respirare attraverso queste emozioni (e non cercare di combatterle) ogni volta che una situazione avrebbe potuto far innescare le vecchie dinamiche. Il mio compito é ora di imparare a comunicare, ciò che sto felicemente praticando! Michelle mi ha insegnato l’importanza essenziale della scelta: posso scegliere di ingoiare l’energia deprimente e arrabbiata o utilizzare tale energia – come la vita, mi incoraggia, amorevolmente, con un calcio nel fondo schiena a fare – per esprimermi! Questo non è sempre una cosa facile da fare, lo ammetto, ma avendo imparato a vedere questa scelta con Michelle mi offre delle nuove possibilità!” Nathalie, Architetto

Article
0 comment

Poter dire “no”

“Sono arrivata da Michelle completamente svuotata, sconnessa dai miei sentiment e sul punto di rottura. Con le sue parole e le sue azioni, mi ha aiutata ad individuare i malfunzionamenti, identificare i blocchi e disfare a uno a uno i fili attorcigliati della mia vita. Ho imparato che posso dire di no, che non devo preoccuparmi di altri se non me la sento o se ciò non mi fa bene. Sono ripartita dopo 8 sessioni, serena, con una calma imperturbabile e felice. Grazie! ” Charlyne, specialista delle comunicazioni.

Article
0 comment

The Ironman

Mi hai chiesto di scrivere un feed-back sulla mia esperienza con te: quello che ho imparato e come è stato il processo. Abbiamo avuto molti momenti divertenti. Abbiamo spesso riso. E con questo, si è riusciti a mettere a fuoco gli argomenti che mi occupavano. Ricordo ancora come ho iniziato i nostri incontri testardo e come spesso, dopo, mi sono sentito sollevato. Nel frattempo risate e pianti. E ho sempre apprezzato il tuo ruolo attivo, il tuo talento psicologico e la tua capacità di rispondere alle diverse situazioni.

Ebbene, che cosa ho imparato? A respirare. A fare delle pause. E solo poi a rispondere. Devo solo ricordarmene … Ancora, a volte, cado nei vecchi schemi.

E come è stato il processo? Beh, forse a causa della mia conoscenza incompleta del francese o il tuo ostinato rifiuto di imparare il tedesco, a volte non riuscivo a capire facilmente le tue domande. La sequenza tipica di una seduta era: dire ciao e togliere i vestiti. Efficace, sei sempre arrivata la punto importante, attraverso le tue domande iniziali guardando ai miei piedi immacolati e le mie dita spellate. Poi l’inflizione spietato del dolore. Mi hai torturato! Questo deve anche essere detto. Verso la fine ho sempre provato una sensazione di risoluzione (mentale e fisica), poi riposo, vestirsi, Tschüss. Cara Michelle, grazie per molte scoperte entusiasmanti! ” The Ironman, avvocato.